CALDO E FANTASTICO MAR ROSSO ARRIVIAMO.!!!!!!

CROCIERA APERTA A TUTTI I LIVELLI ORGANIZZATA DAL TEAM ASSIEME IL MAESTRO STEFANO RUIA!!

Partenza da Hurghada e ritorno a Hurghada sull’itinerario “Safaga” (allego loc). Pochi squali (se li vediamo siamo molto fortunati!) ma colori stupendi.

PERCHÉ
Perché è ora che cominciate ad apprezzare il mare tropicale più vicino a noi! Perché la temperatura massima è di 35 °C (ventilato) e la minima è di 27 °C Perché ci sono quasi 12 ore di sole al giorno. Soprattutto perché la temperatura dell’acqua è di 28°C… più che in piscina.

CHI
L’itinerario scelto è aperto a tutti i livelli, da chi inizia a chi è già esperto. Si rimane sottocosta quindi non ci sono traversate da fare (lo dico per chi soffre di mal di mare).
Se volete portare un amico/amica il requisito unico ma indispensabile è la simpatia!!!

COME
Si parte in aeroplano da Roma con volo di linea Egypt Air, che ci consente di portare due bagagli da massimo 23 kg + 10 kg di bagaglio a mano a testa). I bagagli vanno diretti a Hurghada. Noi scendiamo a Il Cairo, facciamo il visto e ripartiamo dopo una sosta di un’ora e mezza/due per Hurghada. Arrivo in serata, sistemazione attrezzature e cena a bordo. Alloggio in cabina a due letti con bagno proprio in cabina e aria condizionata regolabile. Disponibilità di acqua dolce sanitaria praticamente illimitata sia fredda (diciamo tiepida, fredda proprio è difficile) che calda. Da allora in poi si vive in barca, senza scarpe e in maglietta tutto il giorno e la notte. Vitto ottimo e abbondante, su base italiana (anche se spesso portano la pasta insieme al resto…). Acqua, soft-drinks (coca-cola, fanta, sprite), succhi di frutta (ottimo quello di Guava), tisane (tè, karkadè, anice, tiglio, cannella, menta, ecc.) e nescafè compresi nel prezzo. Vino non disponibile e comunque imbevibile (gli egiziani non lo sanno proprio fare!). Merendine e biscotti sempre a disposizione. Al penultimo giorno si torna in porto. Le attrezzature si sciacquano a bordo. Pomeriggio libero per acquisti vari. Se vogliamo ceniamo a bordo altrimenti andiamo in un localino egiziano dove ci si abbuffa di ottimo pesce a prezzi modicissimi (ambiente spartano inutile portare i tacchi e gli abiti lunghi!). La mattina dopo ripartiamo per Roma, sempre con scalo (solo passeggeri) a Il Cairo.

COSA PORTARE
Tutta l’attrezzatura subacquea che serve meno bombole e piombi (la cintura è meglio portarla), è meglio in un borsone morbido o semirigido (per stivarlo in barca). Le bombole sono tutte 12 litri (+ un paio di 15 per i migliori consumatori) monoattacco. Quindi basta un octopus.
Come vestiti in genere bastano poche magliette, un paio di pantaloncini e un paio di scarpe per il viaggio e i giri a Hurghada. Felpa e pantaloni lunghi sono obbligatori in aeroporto … perché mandano l’area condizionata a palla!
Ricordare il cappello, gli occhiali da sole e le creme solari per chi ama la vita da “lucertola” (c’è un ottimo ponte prendisole a prua). Medicine particolari per chi ne ha bisogno.
Non scordate la macchina fotografica, subacquea o terrestre che sia!
Se volete bere delle birre (non disponibili a bordo) possiamo comprarle all’arrivo a Hurghada e tenerle nei frigo di bordo (I Gappisti 2 sono sicuramente interessati ad averne un discreto quantitativo!).

QUANDO
Si parte domenica 28 settembre (appuntamento ore 11 in Aeroporto a Fiumicino) e si torna domenica 5 ottobre (metà pomeriggio). Prenotate le ferie!!!

QUANTO
Il costo della crociera incluso tutto (vitto, alloggio, bevande, immersioni, permessi, visto, ecc.) è di 800 euro + viaggio aereo. Il viaggio aereo conviene comprarlo da soli (prezzo più conveniente) via internet su Egypt Air e E-dreams; oggi è a circa 350 euro (andata e ritorno Hurghada con scalo Cairo), poi vi forniamo la sigla dei voli così siamo tutti sullo stesso volo. Più si va avanti più i costi dei viaggi aerei aumentano. Ci sono tariffe anche più basse ma le tratte sono scomode (parti tardi da Roma e hai un’ora sola di coincidenza per l’ultimo aereo per Hurgada e se lo manchi sono cavoli) poi devi ripartire da Hurghada alle 6.35 della mattina, quindi significa svegliarsi alle 3 di notte!
Restano escluse dai costi indicati: birre (da comprarsi autonomamente), eventuale caffè alla macchina tipo bar, mance equipaggio (almeno 20 euro a testa), eventuale cena a Hurgada nel ristorante di pesce. Inoltre chi vuole nitrox invece di aria per tutta la settimana paga 40 euro di supplemento.
Gli accompagnatori non sub (se ci fossero…) pagano la stessa quota
NOTA: per i sub è obbligatoria l’assicurazione infortuni subacquei (tipo DAN); chi non ce l’ha può farla settimanale a bordo al costo di circa 15 euro.
Infine dovete considerare l’affitto delle attrezzature se non le avete di proprietà (si trovano anche in Egitto ma nel caso è meglio prenderle ben funzionanti in Italia).

CORSI?
Ovviamente stando lì è possibile fare facilmente dei corsi pratici. Mirko per esempio farà per chi è interessato uno dei suoi divertenti corsi “biologia marina per chi non ha voglia di studiare” inerente la fauna del Mar Rosso (extra, costo 50 euro a testa).
Stefano e Mario saranno disponibili per chi volesse seguire un programma GAP (Galleggiabilità, Assetto e Propulsione) per migliorare il proprio movimento in acqua (extra, 100 euro a testa) oppure il corso Nitrox Diving PSS (extra, 150 euro a testa compreso utilizzo nitrox tutta la settimana, kit didattico e brevetto).

COME PRENOTARE
Come prima cosa bisogna mandare entro massimo una settimana una mail (“rispondi a” questa) dicendo: si sono interessato alla settimana. Una volta raggiunto il numero minimo di partecipanti (per partire dobbiamo essere almeno 13) si paga un acconto di 250 euro a testa per fissare la barca. Il saldo (550 euro + eventuali extra si paga direttamente in Egitto a settembre). Una volta fissata la barca il consiglio è di fare subito il biglietto aereo (costa meno).
AVVERTENZA: essendo il tutto organizzato direttamente con l’Egitto (senza agenzia) non c’è un’assicurazione di annullamento viaggio. In caso di mancata partenza si può solo trovare un sostituto che parta al posto vostro (in genere ce ne è sempre qualcuno in lista di attesa) per la barca, mentre per il viaggio aereo potete chiedere il rimborso all’Egypt Air perdendo però 100-110 euro.

INFO E ADESIONI ENTRO MAX 30 GIUGNO A: infoteamcastelli@gmail.com

Lascia un Commento